Funzionalità

Gestione dei livelli

Il software permette di gestire layer cartografici, di tipo raster, vettoriali e ortofotopiano digitale, organizzandoli in mappe a cui possono accedere liberamente tutti oppure solo gli utenti autorizzati, in funzione del proprio livello di accesso – gestito da un’opportuna componente.

I layer possono essere impostati come visibili e invisibili, con gestione dinamica del livello di trasparenza, e possono essere inclusi o esclusi in tempo reale nelle ricerche e nelle selezioni.

 

Layer complessi

Puoi raggruppare più layer WMS nativi in un unico layer da aggiungere al software.

In questo modo vengono minimizzate le chiamate al server geospaziale, aumentando le performance e minimizzando il tempo di attesa per l’utente. Tale opzione consente inoltre di ridurre il numero di layer nell’elenco dei layer disponibili all’utente, e quindi migliorando l’esperienza d’uso, mantenendo tuttavia le singole entità nel database.

I layer complessi mantengono sia la vestizione associata ai singoli layer, che l’interrogabilità delle singole componenti.

Gruppi gerarchici

Il software consente l’organizzazione dei layer in gruppi gerarchici annidati.
Tali gruppi saranno disponibili all’utente sotto forma di alberatura nell’elenco dei layer ed è possibile definirne la posizione all’interno della gerarchia, oltre alla localizzazione multilingua.

Vestizione dinamica delle feature

Ogni livello della mappa è associato a una vestizione dinamica, personalizzabile direttamente dall’utente.

L’editor dello stile è caratterizzato da un’interfaccia grafica intuitiva che permette, nella sua semplicità, di ottenere tematizzazioni molto complesse, associando più simboli a una geometria e specificando filtri sulle proprietà delle feature.

La vestizione viene realizzata nel rispetto degli standard OGC Styled Layer Descriptor (SLD) o OGC Symbology Encoding (SE).

Resume dell’operatività

Il software si ricorda quello che stavi facendo e com’era configurata la tua interfaccia. Puoi cambiare postazione o fare refresh del browser, perchè magari è saltata la connessione ad Internet, e troverai tutto esattamente come prima.

Servizi di integrazione

Punti di estensione dei livelli cartografici

Ogni layer aggiunto al sistema può essere equipaggiato con una serie di punti di estensione, che consentono l’integrazione con gli altri sistemi in modo semplice e veloce.

Un punto di estensione può essere configurato indicando il metodo HTTP, l’indirizzo da chiamare e quali parametri della feature selezionata devono essere passati al servizio.

Una volta configurato un punto di estensione, nella scheda specifica della feature verrà visualizzato un nuovo elemento cliccabile che andrà a richiamare l’applicativo configurato.

Tale funzionalità permette di interagire con altri software disponibili nella rete, ad esempio andando ad interrogare i tributi o l’anagrafe sulla base della particella catastale.

Apertura della mappa alla posizione specificata

Specificando quali layer, le coordinate X e Y del centro della mappa e la scala al quale effettuare lo zoom (opzionale), la mappa si posizionerà al punto corretto e verificherà la visibilità dei layer specificati.

Selezione di una o più feature sulla mappa

Specificando il layer sul quale effettuare la selezione e una serie di parametri per identificare quali feature selezionare, verrà effettuata automaticamente la selezione e l’evidenziazione su mappa.

Le feature da selezionare possono essere selezionate tramite l’impiego degli ID oppure di una serie di parametri di ricerca, anche spaziali.

Le chiamate al servizio possono essere combinate, ad esempio ottenendo la selezione abbinata al posizionamento.

Accesso ai dati delle feature

Interrogando specifici endpoint autenticati è possibile accedere direttamente ai dati delle feature in formato REST JSON ed effettuare interrogazioni in modalità batch o interattiva da altri software.

Importazione dei dati

I dati possono essere importati in vari formati, tra cui Shapefile, Spatialite e CSV. La procedura controlla la correttezza dei dati sulla base di una griglia personalizzabile. Il popolamento viene completato solo nel caso che tutti i record siano corretti.

Vengono altresì segnalati gli errori riscontrati.

Configurazione dinamica delle entità

L’interfaccia di amministrazione di consente di configurare nuove tipologie di elementi da caricare nel database. Il software si configurerà automaticamente e ti restituirà il codice SQL da eseguire nel database nel caso tu non l’abbia ancora fatto.

Puoi anche creare nuovi campi a tipologie esistenti e importare i dati dall’interfaccia una volta configurate le nuove tabelle nel geodatabase.

Ricerca ed esportazione dei dati

Il software consente la ricerca degli oggetti sulla mappa secondo filtri alfanumerici basati sugli attributi delle feature e personalizzabili.

Le singole condizioni di ricerca vengono generate in funzione del tipo di attributo (ricerca libera testuale, ricerca numerica, codifiche da elenco, etc) mentre i criteri di ricerca possono essere raggruppati secondo condizioni logiche booleane.

È inoltre possibile vincolare spazialmente la ricerca, offrendo un completo sistema di interrogazione spaziale. L’utente può configurare e combinare ricerche spaziali su buffer puntuali, buffer lineari, aree poligonali e sull’area correntemente visualizzata.

Sono possibili ricerche sulle banche dati di appoggio, opportunamente integrate, come dati catastali, numerazione civica, anagrafe di persone e immobili e altri servizi a disposizione dell’organizzazione.

Gli oggetti individuati dalla ricerca possono essere convertiti rapidamente in seleziona attiva, sulla quale operare, oppure comodamente esportati nei formati più diffusi, quali GML, Shapefile (SHP), CSV, DXF e KML.

Configurazione delle ricerche veloci

Puoi personalizzare le ricerche veloci in modo facile e veloce direttamente dall’interfaccia grafica oppure utilizzando lo scripting Javascript, per funzionalità avanzate.

Editing concorrente di dati alfanumerici e spaziali

Il software consente di interrogare e modificare i dati alfanumerici e spaziali che corredano ogni feature sulla mappa.

L’interfaccia è studiata per l’accesso rapido ai dati e consente la gestione di immagini e documenti allegati, anche in modalità di caricamento multiplo, oltre a un comodo campo note per ogni evenienza.

La componente geometrica delle feature può essere modificata dall’utente direttamente tramite il supporto WebGIS. In particolare, è supportato l’editing geometrico di punti, linee, poligoni – anche con buchi – ed elementi compositi (multipoint, multilinestring e multipolygon).

Le feature modificate vengono testate per la validità e l’aderenza allo standard OGC Simple feature for SQLe possono essere validate con rigorosi controlli topologici, basati su vincoli definiti.

Al fine di gestire la multiutenza sono previsti meccanismi di accesso esclusivo di zone del territorio, utilizzabili esclusivamente dagli utenti autorizzati alla modifica dei dati, spaziali e alfanumerici.

In questo modo è garantita la consistenza del dato nel tempo. Il software offre la possibilità all’amministratore di sistema di intervenire per sbloccare eventuali aree bloccate non più necessarie o dimenticate dagli utenti.

Stampa della mappa e della scheda delle feature

Il software ti permette di stampare la mappa con i livelli che hai abilitato, in formato A4 e A3. Puoi inoltre stampare i dati alfanumerici contenuti nella scheda delle feature in formato report personalizzabile.

Storicizzazione

E’ possibile attivare la completa gestione della vita delle feature, valutandone data inizio e data fine e memorizzando i passaggi di stato. Attraverso un cursore temporale e un calendario sarà possibile visualizzare la mappa ad una certa data e ripristinare eventualmente le modifiche effettuate.

Open data e server geospaziali remoti

È possibile utilizzare server geospaziali multipli, che possono essere configurarti liberamente nell’apposita sezione dell’amministrazione. In questo modo, si potranno integrare layer provenienti da sorgenti esternee quindi riutilizzare, ad esempio, servizi WMS e WFS resi disponibili da terze parti, via intranet o Internet.

Sicurezza e autenticazione

Gestione degli utenti

Il software include un sistema di autenticazione e autorizzazione che consente di profilare singolarmente ogni utente e di monitorarne l’accesso e le attività. Ogni utente può ricevere permessi esclusivi o dei gruppi a cui appartiene, gestiti tramite una comoda interfaccia.

Una volta autenticato, l’accesso e le attività dell’utente vengono tracciate nell’apposito registro di sistema, garantendo il logging degli accessi amministratore come da disposizioni di legge.

Single sign on

Il software include un sistema versatile di autenticazione in grado di adattarsi rapidamente alla vostra rete. Il framework 3DGIS supporta nativamente le seguenti autenticazioni: basata su form, HTTP, LDAP, OpenID, CAS, JAAS, JEE container, Kerberos, JOSSO.

Strumenti di auditing

Il software vi permette di conoscere l’evoluzione di una singola feature nel tempo.

Viene offerto un sistema completo di auditing alfanumerico e spaziale, che consente di tracciare il percorso storico degli oggetti, compresa la componente spaziale, con possibilità di conoscere, visualizzare e modificare l’evoluzione dello stato.

I cambiamenti sono salvati in un apposito registro, riportante autore e modifica, che consente di ripristinare eventuali stati precedenti, in seguito a errori o imprecisioni.

Internazionalizzazione e multi lingua

Il software è stato progettato per supportare nativamente più di una lingua. Questo include non solo le etichette ma anche le codifiche.

In fase di login il sistema ti proporrà la lingua corretta, in funzione della configurazione del tuo browser, ma tu potrai sempre cambiarla con un click.

Personalizzazione dell’interfaccia grafica

Se conosci CSS e Javascript puoi personalizzare l’aspetto grafico e alcune funzionalità del software tramite lo scripting lato utente.

Gestione degli allegati e delle immagini

Ogni entità a sistema include la possibilità di gestire un archivio di file allegati (come documenti di testo, PDF, disegni tecnici, filmati o audio) e una galleria immagini, con anteprima e possibilità di visualizzazione massimizzata, oltre al download.

Gestione di fornitori, clienti, contratti e scadenze

Il software include la possibilità di inserire un archivio di fornitori e clienti, ai quali associare contratti e scadenze. Il software ti evidenzierà i contratti in scadenza e ti aiuterà a gestire la componente burocratica.

Clonazione degli elementi

Le entità a sistema possono essere create sulla base di elementi esistenti, o template, permettendo un inserimento più rapido e con meno errori di digitazione.

Caratteristiche tecniche

Architettura applicativa

3DGIS sviluppa i propri Web GIS promuovendo la filosofia open source e utilizzando librerie e progetti liberi.

Disegniamo i nostri software pensando alla scalabilità e all’uso in cloud computing, utilizzando architetture a servizi basate su componenti integrati.

Il software lato server è strutturato con un’architettura di tipo multi-tier, sviluppata su quattro livelli per la massima flessibilità, e con possibilità di deployare le singole componenti su server distinti per garantire performance adeguate e un livello di servizio di massima caratura.

La web application che viene eseguita dal browser, composta esclusivamente di HTML, CSS e Javascript e quindi priva di ogni plug-in, è progettata per sfruttare le ultime tecnologie integrate nei browser come HTML 5 e WebGL. Utilizza tecniche di comunicazione con il server di tipo asincrono (AJAX) per trasferire i dati al fine di consentire una maggiore efficienza e usabilità.

Con tale architettura ogni modifica alle regole di business può essere realizzata nel punto corretto, minimizzando gli interventi e quindi il rischio di introduzione di malfunzionamenti, in grado di minare la stabilità del sistema. Allo stesso modo gli ampliamenti di funzionalità sono realizzabili senza dover riprogettare il sistema nel suo complesso, ma intervenendo solo dove necessario.

Requisiti tecnici

Per garantire la migliore esperienza utente, suggeriamo questi requisiti minimi per la configurazione server, sia fisico che virtuale:

  • CPU dual core di classe enterprise

  • 4 GB RAM

  • Sistema operativo:
    • Ubuntu Server 12.04 LTS

    • Microsoft Windows Server

Browser supportati

Vengono ufficialmente supportate le ultime due versioni rilasciate, desktop e mobile, dei principali browser, quali Mozilla Firefox, Google Chrome, Apple Safari e Microsoft Internet Explorer.

Sviluppo secondo gli standard

La conformità a standard diffusi e accettati permette di beneficiare di numerosi vantaggi strategici, che rafforzano la manutenibilità e l’evoluzione nel tempo e, di fatto, costituiscono una garanzia di investimento.

L’adozione e l’impiego degli standard garantiscono, infatti, la compatibilità con altri prodotti standard compliant, l’intercambiabilità delle componenti di architettura, l’utilizzo dello standard come documentazione di riferimento e la garanzia di qualità elevata.

Il nostro lavoro è basato sugli standard ISO, W3C e Open Geospatial Consortium (OGC).

Uno stack software completamente open source

PostgreSQL / PostGIS

PostgreSQL è un sistema DBMS relazionale ad oggetti open source e con una forte enfasi sull’estensibilità e sull’aderenza agli standard.

PostgreSQL implementa la maggior parte dello standard SQL 2011, le proprietà ACID e la transazionalità, utilizzando l’approccio MVCC (multiversion concurrency control) per evitare problemi di locking e assicurare l’assenza di letture di dati spuri.

PostgreSQL è cross piattaforma e può essere eseguito su molti sistemi operativi, inclusi Linux, Windows, FreeBSD, Solaris e Mac OS X. Viene sviluppato attraverso la community di utenti, che viene supervisionata da aziende come Red Hat e Enterprise DB. È soggetto a licenza PostgreSQL Licence, molto simile alle licenze BSD e MIT.

PostgreSQL è in grado di scalare da piccole applicazioni mono server a grandi installazioni con migliaia di utenti concorrenti. Viene inoltre supportata nativamente la replica del sistema.

PostGIS è l’estensione per il supporto agli oggetti geografici in PostgreSQL, che implementa le OGC Simple Feature Specification for SQL. Sono supportati i predicati spaziali del modello a nove intersezioni dimensionalmente esteso (DE-9IM), gli operatori spaziali di misura (area, lunghezza, etc) e gli operatori spaziali logici (unione, differenza, etc). PostGIS supporta inoltre gli indici spaziali GiST per massimizzare le performance.

L’accoppiata PostgreSQL – PostGIS rappresenta inoltre lo standard di fatto nell’ambito GIS opensource e garantisce affidabilità, ottime performance, scalabilità, aderenza agli standard e facile replica dei sistemi.

Geoserver

Geoserver è un server geospaziale opensource scritto in Java, che permette di veicolare, gestire e analizzare i dati geospaziali attraverso i principali standard OGC, in particolare WMS e WFS, consentendo la creazione di Spatial Data Infrastructure (SDI) interoperabili in modo semplice.

Geoserver implementa nativamente una vasta gamma di standard OGC e ISO TC 211, oltre a standard de facto all’interno della community di sviluppatori open source.

La gestione dei servizi erogati, dei dati contenuti e degli altri elementi sistemistici tipici nella gestione di un servizio sono facilitati dall’interfaccia di amministrazione web e dalla presenza di servizi REST per la configurazione del sistema.

Rispetto agli altri server geospaziali opensource, Geoserver vanta un ottimo rendering grafico e un set di funzionalità molto utili quali il controllo avanzato delle etichette, la trasformazione dinamica delle geometrie, la modulazione del flusso per la gestione della qualità di servizio, il supporto al caching integrato, l’autenticazione e l’autorizzazione tramite Spring Security.

OpenLayers

OpenLayers è una libreria JavaScript opensource per la visualizzione delle mappe nei browser web, progettata per costruire applicazioni geografiche web simili a Google Maps.

OpenLayers è lo standard de facto nell’ambiente GIS open source e, a differenza di altre librerie, offre supporto a una vasta gamma di sorgenti dati geografici e ai principali standard OGC. Supporta infatti nativamente i formati GeoRSS, KML, GML e GeoJSON.

OpenLayers integra il supporto a mappe di terze parti, quali OpenStreetMap, Google Maps e Bing Maps e, grazie al supporto per Proj4js, offre supporto alla riproiezione al volo delle geometrie vettoriali.

OpenLayers supporta i maggiori browser desktop e mobile, garantendo compatibilità per una vasta gamma di dispositivi.

Componenti software supportate

Data tier

  • PostgreSQL / PostGIS 8.2 o successivo

  • Oracle Spatial R10g o successivo

  • Microsoft SQL Server 2008 o successivo

Web server

  • Apache HTTPd 2.2 o successivo

  • Microsoft Internet Information Service 7 o successivo

  • NGINX 1.0 o successivo

Application server o servlet container

  • Apache Tomcat

  • Jetty

  • JBoss

  • Glassfish

  • Apache Geronimo

Server geospaziale

  • GeoServer

  • MapServer

  • Deegree

  • ESRI ArcGIS Server 10.x o successivo

 

Alcune funzionalità potrebbero non essere disponibili in tutte le soluzioni. I prodotti 3DGIS sono soggetti ad un’evoluzione continua e tali funzionalità saranno integrate secondo i piani di sviluppo dei software.

(Visited 690 times, 2 visits today)